home | Fisco | Fattura elettronica, rottamazione cartelle, partita Iva: ecco tutte le novità fiscali per le imprese

Fattura elettronica, rottamazione cartelle, partita Iva: ecco tutte le novità fiscali per le imprese

12 aprile 2018

> Fatturazione elettronica per gli acquisti di carburante dal 1° luglio
A partire dal prossimo primo luglio (salvo modifiche o rinvii, che la Confesercenti ha chiesto) viene introdotto per i benzinai l’obbligo della fatturazione elettronica per gli acquisti di carburanti da parte di soggetti con partita Iva. Per gli acquisti effettuati da privati, invece, i corrispettivi dovranno essere memorizzati e trasmessi telematicamente all’Agenzia delle Entrate. Contestualmente verranno abolite le schede carburante e i pagamenti, relativi ai rifornimenti, dovranno essere effettuati con sistemi tracciati.
La Confesercenti, per gli associati che usufruiscono dei suoi servizi, sta valutando la migliore soluzione a livello software che permetta di gestire l’intero processo di fatturazione a costi accettabili.
Per i benzinai viene previsto un credito d’imposta pari al 50% del totale delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate, a partire dal 1° luglio, tramite carte di credito e di debito.

> Cartelle, ritorna la rottamazione. Adesione entro il prossimo 15 maggio
Ritorna la rottamazione delle cartelle per quelle affidate a Uniriscossioni dal 1.1.2000 al 30.9.2017. Il termine per inviare la richiesta di adesione è fissato per tutti al 15 maggio 2018, anche per coloro che avevano chiesto rateizzazioni in passato e poi non avevano pagato. Il primo versamento, invece, è per il 30 giugno 2018 e le rate saranno 5: luglio, settembre, ottobre e novembre 2018 e febbraio 2019.

> Partita Iva, bisogna verificare che quella dei propri fornitori o clienti sia attiva
Da qualche tempo l’Agenzia delle Entrate sta effettuando controlli finalizzati all’emersione di partite Iva inattive.
Nel caso un cliente o fornitore di una impresa abbia la partita Iva inattiva/cessata, la sanzione (oltre alla indeducibilità del costo e indetraibilità dell’Iva) è applicabile sia a loro che all’impresa stessa. Pertanto, è opportuno che soprattutto quanti intraprendono operazioni con nuovi fornitori o nuovi clienti controllino sul sito dell’Agenzia Entrate che la partita Iva di costoro sia attiva. Ecco come fare:
1) collegarsi al sito www.agenziaentrate.gov.it
2) nell’area servizi c’è la voce “verifica partita Iva”.

> Retribuzioni, per pagarle obbligo di usare solo strumenti tracciabili dal 1° luglio
Dal 1° luglio prossimo è previsto l’obbligo per i datori di lavoro di corrispondere ai lavoratori la retribuzione unicamente tramite strumenti tracciabili.

> La Pec (posta elettronica certificata) va controllata spesso
Dal 1° luglio 2017 gli avvisi e gli altri atti alle imprese individuali, alle società e ai professionisti dovranno essere notificati via posta elettronica certificata (Pec). Si rinnova pertanto la raccomandazione di consultare quotidianamente la propria posta elettronica.