home | Generale | Istat: a ottobre Italia di nuovo in deflazione (-0,1%)

Istat: a ottobre Italia di nuovo in deflazione (-0,1%)

02 novembre 2016

L’indice dei prezzi a ottobre torna a segnare un calo, scendendo dello 0,1% su base annua. Lo ha rilevato l’Istat, rilasciando le stime preliminari. Viene così “bruciato” il timido rialzo di settembre (+0,1%) che aveva interrotto una fase di deflazione che durava da sette mesi. “La flessione tendenziale dell’indice generale continua a essere determinata dai beni energetici il cui calo si accentua lievemente”, spiega l’Istat.

“In termini congiunturali l’inflazione a ottobre resta ferma, registrando una variazione zero – dice l’Istituto. Quindi, tornando a guardare al tasso tendenziale, a ottobre si riaffaccia la deflazione, con l’indice che si riporta al livello (-0,1%) già segnato a luglio ed agosto. Se il segno più di settembre era stato determinato dal “fattore energia“, è sempre lo stesso fattore ad avere inciso sulla dinamica dell’ultimo mese”. Per i beni energetici l’Istat, infatti, segnala “un calo del 3,6% (dal -3,4% di settembre)”.

“Un dato che è frutto – sottolinea l’Istituto di statistica – di una più intensa flessione dei prezzi di quelli regolamentati (-6,0%, era  -3,8% a settembre) e di un parziale rientro della contrazione dei beni energetici non regolamentati (-0,8%, da -2,7% del mese precedente)”.

Per l’Istat “ulteriori contributi deflazionistici derivano dagli andamenti di altre tipologie di prodotto, tra le quali spiccano gli alimentari non lavorati (-0,4%, dal +0,4% di settembre). Ecco che al netto dei beni energetici l’inflazione rallenta, attestandosi a +0,2% (era +0,5%). Analogamente al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, l’inflazione di fondo frena a +0,2% (da +0,5%). Il tasso acquisito per il 2016 resta pari a -0,1%”.